Azioni pratiche

Come distinguere le attività importanti da quelle poco utili

Il tempo è la risorsa più importante per un imprenditore. E, solitamente, quando una risorsa è rara si è portati ad usarla con parsimonia. Eppure questo non sempre accade nell’utilizzo del tempo.

Nel frequentare centinaia di imprenditori ho constatato quanti sono i modi in cui, paradossalmente, viene sprecata questa grande e limitata risorsa.

Eccone alcuni:

– Parlare di collaboratori inefficienti o negativi con altre persone, illustrando nei dettagli tutti i motivi per cui non crediamo più in loro, senza però fare niente per gestire concretamente la situazione.

– Occuparsi di attività assolutamente inutili quali: acquisti di cancelleria, riparazione di stampanti/pc/fax, cura delle piante dell’ufficio, controllo di attività marginali, gestione di piccoli clienti etc.

– Subentrare in mansioni operative per gestire inefficienze o piccoli problemi creati da altri, senza poi risalire alle vere cause.

– Rimanere inebetiti a pensare a situazioni non piacevoli accadute nei giorni precedenti o a problemi che si dovranno affrontare in futuro, senza agire concretamente.

– Fare lunghi soliloqui in riunioni aziendali o in incontri individuali, senza ascoltare o coinvolgere gli interlocutori.

– Controllare ossessivamente numeri o fatturato, senza far seguire azioni concrete.

Ovviamente non esiste imprenditore che non sia cascato in uno o più di questi “tranelli”. Quello che più conta è avere la capacità di quantificare quanto tempo, mediamente, sprechiamo in questo modo per comprendere come invece poterlo destinare ad attività più proficue e stimolanti.

Per questo un esercizio molto utile è fare una lista delle attività a cui ci dedichiamo nell’arco della giornata ed incominciare a distinguere quelle produttive da quelle totalmente inutili o comunque non prioritarie.

Il tempo meglio speso è senza dubbio in attività di questo tipo:

– facciamo crescere altre persone, formandole o affiancandole nel proprio lavoro.

– creiamo strategie marketing, opportunità commerciali, nuovi servizi, nuovi prodotti.

– ci formiamo per diventare più abili nelle attivitù imprenditoriali.

– ci informiamo sulle necessità dei nostri collaboratori, per supportarli nei momenti difficili o nelle loro incertezze.

– verifichiamo che i lavori impartiti vengano eseguiti al meglio.

– prendiamo decisioni sulla base di numeri, statistiche, finanze disponibili.

– partecipiamo a momenti di confronto con altri imprenditori, confrontando esperienze e stringendo collaborazioni.

Sarebbe utile se ciascuno di voi proponesse il proprio punto di vista, aggiungendo altre voci ad entrambe le liste, per rendere questo articolo ancora più utile per tutti.

(Articolo tratto da Fabrizio Cotza Blog)
Annunci

Informazioni su Fabrizio Cotza

Sono un BusinessMan Angel, ovvero affianco imprenditori, manager e professionisti nella gestione della loro attività. Ho fondato e dirigo due società di consulenza e formazione, All Winners e Formazione Sovversiva. Dal 2009 sono Presidente del Network di aziende eccellenti Winner Group. Ho fondato nel 2015 Happy Academy, un progetto senza fine di lucro che aiuta i ragazzi ad inserirsi nel mondo del lavoro. Ho scritto "Per fortuna c'è la crisi!" e il "Libro SalvaVita". Contatti e maggiori informazioni: www.fabriziocotza.com f.cotza@all-winners.it

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia una tua Riflessione o Testimonianza

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog Stats

  • 62,930 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: